Pensioni

Per ottenere il pensionamento, sono necessari alcuni adempimenti per la corretta ricostruzione della carriera lavorativa e i conseguenti conteggi per pensione e buonuscita.
In particolare è importante procedere per tempo al riscatto e alla ricongiunzione di tutti i periodi contributivi utili.

Requisiti pensionistici

 

Circolari

Opzione donna - Modifiche introdotte dalla Legge di Bilancio 11 dicembre 2016, n. 232 (circolare prot. n. 73533 del 22/02/2017)

Modifiche in materia di previdenza introdotta dalla Legge di Bilancio 11 dicembre 2016, n. 232 (circolare prot. n. 73532 del 22/02/2017)

Circolare INPS - APE SOCIALEIndennità di cui all’articolo 1, commi da 179 a 186, della legge n. 232 dell’ 11 dicembre 2016 (Legge di Bilancio 2017) per soggetti in particolari condizioni (c.d. APE SOCIALE).  DPCM n . 88 del 23 maggio 2017. Prime istruzioni

 

  Domanda di pensione

Il dipendente deve presentarsi presso il Servizio Pensioni per compilare le dichiarazioni necessarie alla liquidazione della pensione almeno tre mesi prima della data di cessazione dal servizio. Riceverà il conteggio della pensione e il calcolo ufficioso dell’ammontare dell’indennità di buonuscita.

In caso di pensionamento per motivi diversi dai limiti di età, il lavoratore deve presentare domanda almeno cinque mesi prima della cessazione: con tempi inferiori si incorre in un mancato pagamento puntuale della pensione e per il personale tecnico amministrativo anche nella penale del mancato preavviso se la domanda non viene presentata nei tempi previsti dall’art. 39 del C.C.N.L.

  Periodi e servizi valutabili

Le forme di riconoscimento dei periodi di servizio variano in base al diverso regime contributivo.

Le domande di riscatto, ricongiunzione e valutazione servizi pre-ruolo devono essere presentate almeno due anni prima della data prevista per la cessazione. Queste vengono trasmesse all’INPDADP, che emana il relativo provvedimento con la determinazione dell’ammontare dell’eventuale costo.
Dalla data di ricevimento della delibera, l’interessato ha 90 giorni di tempo per rinunciare al provvedimento o, in caso di accettazione, scegliere la forma di pagamento (rateale o in un’unica soluzione). Entro 30 giorni dal ricevimento dell’accettazione del pagamento, l’Ufficio Pensioni trasmette la pratica al Servizio Amministrazione del personale per la trattenuta rateale dallo stipendio.

Riscatto
Ricongiunzione
Computo

  Buonuscita

Possono usufruire dell’indennità di buonuscita i dipendenti assunti con contratto a tempo indeterminato prima del 31 dicembre 2000. Per il personale assunto con contratto a tempo indeterminato dopo il 31 dicembre 2000 si applica invece la disciplina sul trattamento di fine rapporto di lavoro, prestazione prevista per la generalità dei lavoratori del settore privato.

Tutto il personale docente e ricercatore beneficia invece dell’indennità di buonuscita.

L'indennità di buonuscita è pari all'ultimo trattamento retributivo, tenuto conto dell'indennità integrativa speciale e della tredicesima mensilità, (con alcuni correttivi se personale docente o tecnico amministrativo) per quanti sono gli anni utili, computando come anno intero la frazione di anno superiore a sei mesi.

La buonuscita viene liquidata d’ufficio (senza bisogno di domanda), alla conclusione del rapporto di lavoro.

L’INPDAP corrisponde la somma maturata sulla base del prospetto di liquidazione e dello stato di servizio inviati dall’amministrazione di appartenenza.

Questa documentazione viene inviata all’INPDAP entro 15 giorni dalla risoluzione del rapporto

L’INPDAP provvede alla liquidazione della buonuscita secondo lo schema della seguente tabella.

La somma spettante è corrisposta direttamente presso un istituto di credito individuato dall’INPDAP o, su richiesta, accreditata sul conto corrente bancario o postale dell’interessato.

Servizio Pensioni

Palazzo Storione, riviera Tito Livio 6, 35122 Padova,
tel. 049.8273502 / 3506 / 3507 / 3508 / 3116 / 3171 / 3754
fax 049.8273509,
pensioni@unipd.it,
Orario: lunedì-venerdì 10-13, martedì e giovedì anche 15-16.30

Carta dei servizi