Modalità di attivazione di accordi bilaterali Erasmus+ (UE)

Le indicazioni riportate riguardano l'attivazione di accordi Erasmus+ con istituzioni di istruzione superiore europee per le azioni:

  • Studio (mobilità degli studenti per attività di studio, ossia corsi con esami, ed eventualmente tirocinio e tesi)
  • Insegnamento (Teaching Staff Mobility: attività di didattica dei docenti).

Un accordo Erasmus+ con istituzioni europee può essere finalizzato soltanto con un’istituzione di istruzione superiore dell’area europea provvista di ECHE (Erasmus Charter for Higher Education), ossia ritenuta eleggibile dalla Commissione Europea per le attività Erasmus+ Studio (approfondimenti).

I nuovi accordi con Università europee devono essere predisposti in tempo utile per poter essere inseriti nel bando Erasmus+, pertanto le richieste di attivazione nuovi accordi e le modifiche agli accordi esistenti devono essere presentate in anticipo rispetto alla pubblicazione del bando.

La scadenza per  presentare le richieste di attivazione nuovi accordi e le modifiche agli accordi esistenti  con validità a partire dal 2018/2019 è il 25 settembre 2017.

Per informazioni sull'attivazione di accordi inter-istituzionali Erasmus+ con Università extra-europee consultare la pagina Referenti mobilità internazionale e responsabili di flusso Erasmus.

  Chi

L'attivazione di un nuovo accordo bilaterale nell'ambito del programma Erasmus+ avviene su richiesta di un docente strutturato dell'Ateneo che ne sarà il referente didattico (responsabile di flusso).
Il supporto richiesto al responsabile di flusso riguarda sia gli studenti in uscita (outgoing) sia gli studenti in entrata (incoming), se previsti dall’accordo.
L'attivazione dell'accordo presuppone una fase preparatoria di contatti preliminari tra il docente di Padova e un docente e/o coordinatore Erasmus+ dell'istituzione straniera: è buona norma, quindi, fare una visita preparatoria in loco, al fine di conoscere da vicino l'offerta didattica della sede partner e le reali possibilità di studio offerte agli studenti.
Sulla base delle linee-guida dell’Erasmus Charter for Higher Education (Annotated Guidelines - ECHE 2014/2020, pagg. 6-7), un accordo Erasmus deve poggiare su una conoscenza reciproca e una compatibilità di profili accademici tra le due istituzioni partner. I responsabili coinvolti devono impegnarsi attivamente a rispettare le condizioni dell’accordo stipulato e a seguire gli aspetti didattici dello scambio, promuovendo uno scambio attivo e bilanciato di studenti sia in entrata che in uscita.

  Cosa

Per ogni nuovo accordo va siglato un bilateral agreement: il docente proponente dovrà compilare l’apposito modulo di richiesta in tutte le sue parti, seguendo le istruzioni.
Dopo la compilazione, il modulo di richiesta deve essere stampato, firmato dal docente proponente e dal direttore di dipartimento (o dal presidente del Consiglio di corso di studio nel caso in cui la mobilità sia prevista per gli studenti di un solo di studio), e inoltrato al Servizio Relazioni internazionali di Padova entro il termine tassativo del 25 settembre 2017.
A questo punto sarà cura del Servizio Relazioni internazionali preparare l’accordo bilaterale definitivo, farlo firmare dal Prorettore alle Relazioni internazionali, prof. Alessandro Paccagnella, e inviarlo alla sede estera. Una volta firmato anche dalla sede estera, l’accordo potrà considerarsi formalizzato. Solo gli accordi provvisti di tutte le firme necessarie (dell’università di Padova e dell’Istituzione partner straniera) entro ottobre 2017 verranno inseriti nel prossimo bando Erasmus+ 2018/2019.

Tirocinio nell'ambito dell’azione Studio (Student Mobility for Studies)
Un’eventuale attività di tirocinio è ammessa solo se prevista nel Learning Agreement e deve essere svolta esclusivamente secondo queste modalità:
- Durante il periodo è obbligatorio svolgere anche attività didattica certificata (ad es. un esame, o lavoro di tesi) di minimo un mese.
- Le due attività (di studio + tirocinio) devono essere svolte in maniera consecutiva.
- Il tirocinio deve essere svolto sotto la supervisione dello stesso Istituto dove lo studente realizzerà il periodo di studio.
Il contributo mensile sarà pari a quello previsto per la mobilità ai fini di studio.
La durata complessiva di tale periodo di mobilità combinata è di minimo 3 mesi e massimo 12 mesi, per cui è possibile, ad esempio, combinare un mese di tirocinio con due mesi di studio o viceversa.

Tesi nell'ambito dell’azione SMS-Studio (Student Mobility for Studies)
L'attività di preparazione della tesi nell'ambito di Erasmus+ deve essere preventivamente concordata dal docente responsabile di flusso che ha il compito di individuare un tutor presso la sede estera per lo studente in mobilità.
Anche l'attività di tesi dovrà essere indicata nel Learning Agreement e approvata dal Corso di studi di appartenenza dello studente.

I docenti che volessero attivare accordi Erasmus+ per tesi e/o tirocinio, devono accertarsi se la struttura accademica estera concordi questo tipo di attività nell’ambito di un accordo per azione SMS-Studio (Erasmus Student Mobility for Studies). Se la sede estera dovesse invece considerare tali attività (soprattutto quando coinvolgono laboratori) come azione "Student Mobility for Traineeships”, in tal caso il docente è invitato a contattare il Servizio Stage e mondo del lavoro di Padova per l’attivazione di un accordo specifico.

  Modifica di accordi già esistenti

Eventuali richieste di chiusura degli accordi o richieste modifica (cambio del numero o del livello degli studenti, cambio del docente responsabile di flusso, modifica della durata della mobilità) devono essere inoltrate al Servizio Relazioni internazionali attraverso l’applicativo Gebes collegandosi alla pagina unipd.it/relint e selezionando la voce “Modifica Accordi Erasmus” nell’area docenti (è necessario autenticarsi attraverso il login).

Le richieste di modifica o chiusura degli accordi vengono inoltrate alle università partner. Si ricorda che modifiche sostanziali relative per esempio al numero e/o livello degli studenti o alla durata della mobilità, richiedono la firma di un nuovo accordo. Le richieste devono pertanto essere inoltrate entro e non oltre il 25 settembre 2017.

Servizio Relazioni Internazionali

Referente: Luisa Bortolini,
Palazzo Bo - via VIII Febbraio 2 – 35122 Padova,
accordi.erasmus@unipd.it,
tel. 049 827 3062 - fax 049 827 3060.