Eventi

Eventi

Finzioni giudiziarie

15 settembre 2017

Un incontro sulla giustizia e la sua rappresentazione mediatica, con il giornalista Vittorio Pezzuto, autore del recente libro-inchiesta Marta Russo. Di sicuro c’è solo che è morta, e i ricercatori Guido Vitello (Università “La Sapienza” di Roma) e Alessandra Diazzi (Università di Manchester). Modera Marco Malvestio, dottorando e membro del CEST, Centro per l’Eccellenza e gli studi transdisciplinari.

Negli ultimi anni, sempre più casi giudiziari sono usciti dai tribunali per diventare anche casi letterari. Moltissima narrazione si è spesa per raccontare le inchieste e i processi. Accanto al tema della rappresentazione narrativa della giustizia, vive però anche quello, meno blasonato e analizzato, della letteratura nella giustizia. In altre parole, non come la giustizia viene rappresentata dagli scrittori, ma come chi è demandato all’esercizio della giustizia rappresenta se stesso e viene, di conseguenza, rappresentato nel discorso pubblico, e come questa auto-rappresentazione influenza il corso stesso e gli esiti giudiziari.

L'incontro diventa un viaggio nella giustizia e nella politica italiane e nella loro trattazione mediatica, a partire dal caso esemplare, ancora oscuro e sfuggente per larga parte dell'opinione pubblica, di Marta Russo, studentessa di 22 anni colpita da una pallottola mentre passeggiava in un viale dell’Università “La Sapienza” la mattina del 9 maggio del 1997.

L'evento è organizzato da CEST in collaborazione con il Dipartimento di Studi linguistici e letterari dell’Università di Padova.

 

Dove: Palazzo Maldura - piazzetta Folena - Padova
Quando: 15 settembre 2017 - ore 14.30