Benefici fiscali

Per le aziende

Collaborare con l’Università di Padova è un’importante occasione di corporate social responsability (CSR), un investimento lungimirante che lascia un segno concreto in ogni impresa di valore, che aggiunge valore e concretezza alla mission d’impresa e che aumenta il consenso degli stakeholder favorendo il senso di appartenenza di chi lavora in quella stessa impresa.

  Benefici fiscali per le persone giuridiche

Le erogazioni liberali per le persone giuridiche:

  • sono deducibili nel limite del 2% del reddito di impresa se finalizzate all’istituzione e a progetti sociali (art. 100, comma 2, lettera a) del DPR 917/1986 RM del 17 ottobre 2008, n. 386/E)
  • sono totalmente deducibili dal reddito, se finalizzate al sostegno della ricerca (art. 1, comma 353 della Legge Finanziaria 2006).
  • prevedono un’agevolazione fiscale al 65% a sostegno della cultura (Art Bonus). Per i soggetti titolari di reddito d'impresa (società e ditte individuali) ed enti non commerciali che esercitano anche attività commerciale il credito d'imposta è riconosciuto nel limite del 5 per mille dei ricavi annui.

Per maggiori informazioni sui benefici fiscali scaricare il manuale “Aspetti fiscali delle erogazioni liberali all’Università degli Studi di Padova

Per i privati

L’Università di Padova è innanzitutto una comunità composta di persone (studenti, docenti, personale amministrativo) che credono fortemente nella missione e nei progetti in cui l’Ateneo è impegnato.
Obiettivi più facilmente raggiungibili anche grazie al sostegno di persone vicine all’Università: persone amiche, Alumni, cittadini e cittadine e chiunque creda nel valore dell’alta formazione.

  Benefici fiscali per le persone fisiche

Le donazioni in denaro da individui a favore dell’Università degli Studi di Padova:

  • sono totalmente deducibili dal reddito complessivo (modello 730, modello UNICO) ai sensi dell’art. 10 comma 1 lettera I-quarter del DPR 917/1986 (TUIR)
  • sono detraibili al 19% dell’imposta lorda (art. 15 comma 1, lett. I-octies del TUIR) se finalizzate all’innovazione tecnologica, all’edilizia scolastica e universitaria e all’ampliamento dell’offerta formativa
  • prevedono un’agevolazione fiscale al 65% a sostegno della cultura (Art Bonus). Per le persone fisiche ed enti che non svolgono attività commerciale(dipendenti, pensionati, professionisti), il credito d'imposta è riconosciuto nel limite del 15% del reddito imponibile.

Per maggiori informazioni sui benefici fiscali scaricare il manuale “Aspetti fiscali delle erogazioni liberali all’Università degli Studi di Padova

Per le fondazioni

Le fondazioni da sempre sostengono la ricerca ma anche chi studia, attraverso forme diverse di agevolazioni e iniziative storico-culturali.

  Benefici fiscali per le fondazioni

L'Agenzia delle Entrate, con la risoluzione n. 87/E del 15 ottobre 2015, riconosce l'azione di mecenatismo delle Fondazioni bancarie e afferma che, «in via eccezionale, le fondazioni bancarie possono fruire del credito di imposta disciplinato dall'art. 1, comma 1, DL n. 83/2014, relativamente alle somme spese per la progettazione e l'esecuzione delle opere di restauro e valorizzazione dei beni culturali, secondo quanto stabilito dai protocolli di intesa stipulati con gli enti pubblici territoriali» (Art Bonus)

Scarica la circolare n. 24/E dell'Agenzia delle Entrate (31 luglio 2014)

Scarica la risoluzione n. 87/E dell'Agenzia delle Entrate (11 dicembre 2015)

Per maggiori informazioni sui benefici fiscali scaricare il manuale “Aspetti fiscali delle erogazioni liberali all’Università degli Studi di Padova

Ufficio Fundraising

Palazzo Storione
Riviera Tito Livio 6, 35123 Padova
Tel. +39 049 8273498
E-mail  fundraising@unipd.it