2022, ottocento anni di futuro

L’Università di Padova raggiungerà nel 2022 gli 800 anni dalla fondazione. Il percorso delle celebrazioni è già iniziato e porterà a ricadute strutturali permanenti da lasciare in eredità alle prossime generazioni, a iniziative editoriali, a eventi che creino comunità e senso di appartenenza. Sempre all’insegna dei suoi valori fondanti: la libertà di ricerca e l’apertura al mondo.

  Le ricadute permanenti: i musei

La scienza è un bene comune, da condividere, da raccontare. L’Università di Padova, per la sua storia e per la leadership nella ricerca, è la candidata ideale per progetti museali tecnologicamente avanzati e di livello internazionale.

Un grande museo scientifico a Padova: il Museo della Natura e dell’Uomo a Palazzo Cavalli
Dalla fusione delle ricchissime collezioni di mineralogia, geologia e paleontologia, zoologia e antropologia che sono state costruite per secoli dagli studiosi dell’Università di Padova, nella splendida sede di Palazzo Cavalli nascerà il Museo della Natura e dell’Uomo. Un grande Museo scientifico interdisciplinare, interattivo e multimediale, un laboratorio dinamico del sapere, che mostrerà come la Terra sia un complesso sistema di relazioni fisiche, chimiche e biologiche di cui l’umanità è parte

Un Orto botanico sempre più ricco: il Museo storico della biodiversità vegetale
Il più antico Orto botanico universitario del mondo e Patrimonio Unesco conserva un patrimonio storico e scientifico plurisecolare e in cui la divulgazione s’intreccia con la ricerca botanica. Per l’Ottocentenario, la riorganizzazione della palazzina cinquecentesca e delle serre ottocentesche prospicienti l’Orto antico permetterà di unire l’erbario, l’algario, la spezieria e le altre collezioni in un nuovo Museo storico della biodiversità vegetale, il più ricco del suo genere in Italia.

Il museo virtuale
Tutti i progetti museali per il 2022 saranno accompagnati da un Museo virtuale diffuso d’Ateneo, frutto della meticolosa opera di catalogazione completa e di digitalizzazione di un patrimonio vastissimo e finalmente fruibile da tutti.

  Rileggere la nostra storia: i progetti editoriali

Le iniziative per la storia
Alla vigilia del nono secolo, l’Università intende riesplorare e condividere la propria storia per disegnare in modo ancora più consapevole il proprio ruolo nel presente e nel futuro. Sono in programma quindi iniziative scientifiche e divulgative con editori nazionali.

Per gli adulti, una collana di otto volumi di alta divulgazione, fondata su solide ricerche d’archivio condotte da giovani storici dell’Ateneo, che rilegge il percorso padovano in chiave europea, tra spazi e forme della libertas e il suo ruolo negli sviluppi dei saperi umanistici e scientifici. Una serie di nuovi ritratti di scienziate e scienziati eminenti popolerà poi la collana Clarissimi, a cura del Centro per la storia dell’Università.

Per i ragazzi
Anche per i più giovani una doppia proposta: una collana di narrativa illustrata, con i grandi personaggi della nostra storia che più esprimono la forza innovatrice della libertà, accanto a una seconda collana, di divulgazione scientifica, sull’Orto botanico e sui temi del futuro sostenibile. La prima collana, realizzata con Carthusia edizioni, partirà già nell’autunno 2018; la seconda, con Editoriale Scienza, vedrà la luce a primavera 2019

  La comunità

Call for ideas “800 idee per l’università di Padova
L'Ateneo ha inaugurato il cammino di avvicinamento verso il 2022 con un concorso di idee aperto a tutti coloro che si sentono parte della sua storia e dei suoi valori e ne condividono i principi di inclusione, rispetto e libertà di parola, di studio e di ricerca. Le proposte arrivate sono state ben 115. I premi sono stati messi a disposizione dalle associazioni degli Amici e degli Alumni dell’Università di Padova.

I vincitori:
1° premio: Lucia Ruggeri - progetto: Otto100 - otto studentesse per gli 800 anni dell’ateneo
2° premio: Oscar Cipolato - progetto: Around the world in 800 days
3° premio: Ottavia Mazzon - progetto: 800 stories and UP

Menzioni speciali della giuria:
- Jessica Bertazzo (gruppo “Universa-mente”) - progetto: Universa-mente
- Mario Zangrando - progetto: Costellazioni, Rivoluzioni, Cospirazioni - La vita universitaria nel 1848 e dintorni
- Achille Michele Cirella - progetto: Adventure Theatre con Elena Lucrezia Cornaro Piscopia
- Moira Pegoraro - progetto: Tutta un'altra storia

Premio di studio “Elena Lucrezia Cornaro Piscopia”
Le Associazioni Amici e Alumni dell’Università di Padova, insieme a Solgar Italia Multinutrient S.p.A., finanziano un premio di studio intitolato alla prima donna laureata, per riscoprire e valorizzare la presenza femminile in Università raccontando il contributo autorevole dato dalle donne all’Ateneo in ogni ambito scientifico-disciplinare. Il Premio è riservato a giovani di massimo 35 anni che abbiano conseguito presso l’Università degli Studi di Padova un titolo di Laurea magistrale o di Dottorato di Ricerca in qualsiasi ambito scientifico-disciplinare.
https://www.alumniunipd.it/info/news/premio-elena-lucrezia-cornaro-piscopia-bando-2018

Altre iniziative
Sala dei Quaranta – Un grande impegno per l’Ateneo nei prossimi anni sarà anche il restauro dei ritratti di studenti stranieri illustri della Sala dei Quaranta a Palazzo del Bo, realizzati nel 1942 e simbolo della vocazione internazionale dell’Ateneo.
Oselle d’artista - Con l’aiuto dell’Associazione Amici dell’Università, l’Ateneo intende dare nuovo slancio alla tradizione delle Oselle, collaborando con un grande artista per la realizzazione di una serie speciale di Oselle da collezione nel quinquennio 2018-2022, dedicate a cinque temi portanti dell’identità culturale dell’Ateneo.